Logo

Dr. Ciuti Paolo
Estetica Brescia

Attualmente sei su:

Medicina Estetica, e non solo. Il benessere è il percorso verso la bellezza

Un percorso di miglioramento della propria immagine, verso un’armonia globale in linea con i tuoi desideri e necessità.
In questo senso ti propongo un approccio dinamico alla bellezza, per rispondere alle tue esigenze con una metodologia adeguata, una terapia o una combinazione di più soluzioni specifica per te.

Trattamenti

PLASMA ONE – PLASMA FREDDO: LA NOVITÀ 2013 – 2014 IN MEDICINA ESTETICA

Negli ultimi anni gli sforzi della ricerca in medicina estetica si sono concentrati per offrire risultati sempre migliori, visibili sin dalle prime sedute e, soprattutto, il meno invasivi possibile. Questo per diversi motivi, i primi fra i quali la sicurezza del paziente durante le terapie, una più veloce o immediata ripresa (quindi con meno o nessun trauma post-terapia), un maggior comfort e soddisfazione dello stesso.
Con questa innovativa metodologia chiamata Plasma One, vengono rispettate tutte queste condizioni. L’apparecchiatura lavora sui tessuti, è minimamente invasiva e non da particolari fastidi. Gli studi dimostrano ottimi risultati.

Applicazioni di Plasma One in Medicina Estetica

Le applicazioni di Plasma One sono due:

  • Plasma Freddo;
  • Diatermia Capacitativa Termostatata;

Col Plasma Freddo possiamo ottenere la biorigenerazione e la biostimolazione della pelle. Il risultato sarà il ringiovanimento del viso, la riduzione dei cedimenti cutanei e altrettanto importanti risultati nell’appianamento delle rughe, nella ridefinizione dei contorni del viso, nella luminosità, elasticità e tonicità della pelle. Si agisce nel cuore del tessuto cutaneo proprio per stimolarne le varie funzioni, assopite dallo scorrere del tempo.
Questo trattamento è efficace anche per i cedimenti delle braccia, dell’addome, delle cosce, delle mani.
Risulta ottimo anche su macchie, cicatrici e acne.
Con la diatermia capacitativa Termostatata, conosciuta anche come radiofrequenza non ablativa 4 mhz Termostatata, potremo ottenere un ulteriore effetto tensivo ed elasticizzante con la combinazione di peelings e cosmeceutici appropriati.

Acido jaluronico

L’Acido Jaluronico è un filler sicuro nella correzione estetica delle rughe. Si utilizza per riempire le rughe e per risollevare le piccole aree rilassate, o depresse, come si usa dire in terminologia medica.
È quindi ideale per trattare i solchi ai lati del naso, della bocca, per le zampe di gallina, per ridefinire i contorni del volto. E non solo. L’Acido Jaluronico è funzionale anche per aumentare il volume delle labbra o degli zigomi.
Si presenta come un gel trasparente e dona una nuova freschezza al viso, mantenendo un’espressione completamente naturale.

L’acido Jaluronico mantiene umettati i tessuti, cioè permette di migliorare il grado di idratazione. Il viso risulterà più sodo e turgido, più giovane.

Come si applicano i filler di Acido Jaluronico?

La procedura è molto semplice e praticamente indolore. Di norma viene iniettato dopo aver applicato sulla zona interessata una crema anestetica. I risultati sono visibili fin da subito e molto buoni. Un buon filler garantisce una durata dai 4 ai 6 mesi.

CAMOUFLAGE RIVITALIZZANTE

Il camouflage, o biorivitalizzazione, è una metodologia che interviene direttamente nel cuore del tessuto, con l’obiettivo di riattivare e stimolare i fibroblasti. Agisce cioè favorendo la formazione di collagene ed elastina, fondamentali per la tonicità e l’aspetto lucente del viso.
La pelle risulterà così più idratata, tonica, luminosa ed elastica.
Possiamo dire, in qualche modo, che il Camouflage rallenta l’invecchiamento cutaneo legato a molti fattori tra cui la prolungata esposizione al sole, il fumo, l’alcool, la cattiva alimentazione.

Applicazione del Camouflage Rivitalizzante

Si effettua attraverso l’infiltrazione di sostanze anallergiche e naturali quali aminoacidi, vitamine, rimedi omeopatici, acido jaluronico a piccole dosi e opportunamente miscelati. Si può usare per il viso, il collo, il décolleté, come per le mani, le braccia, addome. Non c’è un numero prestabilito di sedute. Ogni caso viene valutato a sé in fase di diagnosi, in base all’invecchiamento della pelle.

PEELING

Per dare al viso un aspetto più giovane e luminoso, è importante rimuovere lo strato di cellule morte che lo copre come un velo. Il peeling chimico è un metodo che svela una bellezza ritrovata, attraverso l’eliminazione degli strati cutanei superficiali. Per questa ragione è efficace anche nel trattamento di acne, macchie cutanee, per il foto-aging e il crono-aging.

L’esfoliazione chimica tramite peeling.

Il peeling chimico si effettua applicando sostanze chimiche specifiche diverse a seconda della necessità di essere più o meno invasivi. Esistono, infatti, peeling superficiali, medi o più profondi. Quello più superficiale, che è anche il più comune, è il Peeling eseguito con Acido Glicolico (alfa-idrossiacido), ed è abbinabile con facilità anche ad altre metodiche.
Altro peeling è il TCA modulato con perossido d’idrogeno (PRX-T33) che non è aggressivo ed è indicato per la biorivitalizzazione ed in particolare per la perdita di tonicità della cute del viso e del décolleté, per il rassodamento, per le cicatrici, le macchie, le smagliature e l’acne.

ELETTROPORAZIONE TRANSDERMICA

L’elettroporazione è una metodica di trattamento anti-aging con effetto idratante, distensivo e migliorativo dell’aspetto del viso.
È un metodo non invasivo. Infatti viene eseguita, senza iniezioni, con un’apposita apparecchiatura e consiste nel veicolare e far penetrare, nelle zone trattate, determinate sostanze dermocosmeceutiche permettendo di intervenire sulla permeabilità della pelle. Risulta efficace anche nei trattamenti di acne, macchie, per tonificare la pelle o i muscoli. La distinzione del trattamento viene fatta in base alla sostanza specifica da veicolare.
L’elettroporazione è una metodica efficace dal facile impiego, indolore e senza effetti collaterali, adatta a chi deve riprendere velocemente le normali attività.
Anche in questo caso non c’è un numero di sedute prestabilito. Durante la prima visita si andrà a valutare obiettivo e necessità, caso per caso.

CARBOSSITERAPIA ANTIAGING AL VISO

La carbossiterapia è una tecnica attraverso la quale si somministra anidride carbonica in piccole quantità nelle zone da trattare. Vengono fatte delle micro-iniezioni puntiformi nelle rughe, nei solchi cutanei, sul collo. Si ottiene una vasodilatazione che porta così ad un miglioramento del microcircolo. L’effetto anti-aging è notevole proprio perché si migliora l’ossigenazione della pelle, si stimolano e riattivano i fibroblasti, viene prodotto neocollagene, i segni del tempo si riducono e aumentano elasticità e tono cutanei.

L’obiettivo della carbossiterapia è una rivitalizzazione generale dei tessuti cutanei. Per questo è adatta a tutte le età, per la donna, come per l’uomo, e per ogni tipologia di pelle.

BOTULINO IN MEDICINA ESTETICA

Una metodologia efficace per distendere le rughe, senza bisogno di chirurgia. Con il botulino è possibile migliorare l’aspetto estetico del viso. Si applica in particolar modo sulle parti del viso più soggette alla comparsa delle rughe di espressione, come le zampe di gallina, tra le sopracciglia, la fronte, le rughe interciliari, fino alle rughe del collo.

Come funziona il botulino?

Il Botox, o Tossina Botulinica, iniettato in piccole dosi nei muscoli, provoca il rilassamento degli stessi bloccando il rilascio dell’acetilcolina. Questa sostanza viene rilasciata dai nervi per stimolare la contrazione muscolare. Venendo a mancare contrazione, il risultato sarà un viso più disteso, fresco, dall’aspetto più giovane. L’effetto delle iniezioni di Botox dura per circa 4-5 mesi.

Viene utilizzato anche per trattate l’iperidrosi (eccessiva sudorazione) delle mani, delle ascelle e dei piedi, garantendo ottimi risultati.

INTRALIPOTERAPIA CON AQUALYX - NOVITÀ 2013 – 2014

L’intralipoterapia con Aqualyx è una metodica specifica per il trattamento non chirurgico delle adiposità localizzate messa a punto dal Dottor Pasquale Motolese. È considerata la più efficace tecnica, alternativa all’intervento, per lo scioglimento del grasso localizzato. Non è da considerarsi come sostitutiva, ma come scelta alternativa, appunto, per chi non volesse scegliere la via chirurgica. Questa particolare applicazione avviene iniettando nelle zone da trattare la soluzione Aqualyx, un attivo specifico per l’adipocitolisi (scioglimento degli adipociti), nota anche come soluzione di Motolese.

Come funziona l’intralipoterapia con Aqualyx.

È una procedura che prevede infiltrazioni di Aqualyx tramite aghi studiati appositamente per questa soluzione. Durante la prima visita vengono stabiliti i parametri di terapia, il numero delle sedute, la frequenza delle stesse e tutte le indicazioni utili da sapere per le terapie e il post trattamento. Si procede sempre e solo dopo aver stabilito la compatibilità con il trattamento, dopo aver valutato che non vi sia la possibilità di insorgenza di eventuali controindicazioni.

Quali zone si possono trattare con l’intralipoterapia con Aqualyx?

Con questa metodologia si possono trattare:

  • Culotte de Cheval
  • Interno coscia
  • Ginocchia
  • Addome
  • Fianchi
  • Braccia
  • Doppiomento

MESOTERAPIA

La Mesoterapia è una metodica utilizzata per diversi scopi.
Come trattamento di medicina estetica, la mesoterapia è funzionale al trattamento della cellulite, delle adiposità localizzate e per la tonificazione del seno, del corpo, del viso.

Ottimi sono i risultati anche per quanto riguarda la cura dell’alopecia. Non da meno trova larga applicazione in medicina dello sport e del benessere, per aiutare il recupero post piccola traumatologia e anche per le osteo-artropatie. Anche la mesoterapia prevede l’iniezione per via intradermica di sostanze farmacologiche attive, in piccole dosi, su una determinata zona della cute. Gli aghi sono molto sottili e sono lunghi dai 4 ai 13 mm e possono essere applicati o meno, ad un multiniettore.

CRIOLIPOLISI

Sempre parlando di tecniche non invasive per il trattamento non chirurgico delle adiposità, un’altra metodologia molto efficace è la Criolipolisi. Riconosciuta dalla FDA (Food and Drug Administration) e dall’American Academy of Cosmetic Surgery, ha come obiettivo la riduzione del grasso sottocutaneo in eccesso, in particolare a livello di addome, fianchi, glutei, Culotte de Cheval.

Come agisce la Criolipolisi?

Come dice la parola stessa, l’intervento di scioglimento del grasso avviene per effetto del freddo (crio) generato dall’apposita apparecchiatura sulla zona trattata. I grassi si cristallizzano e le cellule adipose si disgregano.
Dopo una prima visita di verifica, la prima seduta sarà programmata tenendo conto dello spessore del grasso sottocutaneo (misurato con il plicometro).
Vengono stabiliti i parametri di lavoro, come la forza vacuum, la temperatura superficiale da mantenere e la durata del trattamento (da 30 minuti a 1 ora) a zona. Per quanto riguarda i risultati, essi iniziano a vedersi dopo circa 20-30 giorni e i miglioramenti proseguono per 8-10 settimane.

Il trattamento è ripetibile, a distanza di tempo, anche nella stessa zona. Ha effetti collaterali minimi, legati all’azione della vacuum abbinata al freddo, come leggeri formicolii, eritemi e piccoli lividi superficiali.

CARBOSSITERAPIA

La Carbossiterapia è la soluzione ideale per contrastare i disturbi della circolazione periferica, come i piedi e le mani fredde, i geloni, il linfedema, la ritenzione idrica alle gambe, alle cosce, all’addome e anche per ridurre i disagi estetici come la pannicolopatia edemo-fibroso-cistica, meglio conosciuta come cellulite. Valida terapia per le donne come per gli uomini, la Carbossiterapia è una risposta qualificata e importante per risolvere queste problematiche.

Come funziona la Carbossiterapia?

Le sedute di Carbossiterapia durano dai 15 ai 30 minuti. In questo arco di tempo viene introdotto sottopelle, con ago microscopico e impercettibile, un gas innocuo: CO2, ovvero Anidride Carbonica. Questa si diffonde nei tessuti, scambiandosi con l’ossigeno presente nei globuli rossi. Il risultato è un benefico effetto sulla qualità della respirazione cellulare, che migliora sensibilmente, favorendo così l’aumento di elasticità dei vasi capillari, il miglioramento del tessuto connettivo circostante e il rispristino di un più corretto funzionamento del micro-circolo.

Di seduta in seduta le zone trattate sono più irrorate e più calde, la cellulite si riduce, si ha una sensazione di generale benessere per le gambe, risultano meno gonfie e pesanti.

Proprio per l’incremento dell’ossigenazione che produce, la Carbossiterapia è utile anche nell’attività sportiva, per incrementare la potenza e la massa muscolare, abbinato ad uno specifico supporto nutrizionale.

CAVITAZIONE MEDICA

La Cavitazione Medica Ultrasonica è una metodica utilizzata per diminuire le adiposità localizzate in particolare nelle zone più critiche, come le Culotte de Cheval, l’addome, i fianchi, le cosce, le ginocchia, le braccia.

Come agisce la Cavitazione Ultrasonica?

La cavitazione è quell’effetto prodotto dove, grazie agli effetti degli ultrasuoni, si formano delle micro-bolle nei tessuti. Quando queste bolle scoppiano, dalla cellula fuoriesce la tossina di grasso, cioè l’adipocita. Il meccanismo di azione degli ultrasuoni sui tessuti produce:

  • effetto meccanico, dovuto al movimento delle particelle dei tessuti attraversati dall’onda ultrasonica con effetto disgregante e demolitivo dell’adipocita e drentante dei liquidi interstiziali (drenaggio tissutale, non linfatico) e con rottura delle fibre connettivali.
  • Effetto termico: l’oscillazione riscalda il tessuto.
  • Effetto chimico: il ph lolcale subisce una temporanea modifica con aumento della permeabilità delle membrane cellulari.
  • Effetto di cavitazione: gli hot spot favoriscono lo scioglimento delle adiposità.
  • Effetto drenante dei tessuti: le cellule adipose disgregate vengono immesse nel sistema linfatico e coinvogliate negli organi emuntori, come i reni. È consigliabile bere e presentarsi a vescica piena, bere molta acqua anche per le 48 ore successive al trattamento ed abbinare un drenaggio linfatico per non sovraccaricare il sistema linfatico e i reni.

La Cavitazione Ultrasonica può essere abbinata anche ad altre metodologie. Se combinata con la mesoterapia idratante e lipolitica si parla anche di Adipocitolisi Ultrasonica Idrolipoclasica. Serve per favorire l’effetto cavitazionale e quindi ottenere una maggiore perdita di grasso. Si parla, invece, di Carbo-cavitazione se abbinata alla Carbossiterapia. Questa scelta è preferibile nei casi in cui negli inestetismi si presentano disturbi del sistema micro-vascolare, quali edema, gonfiore, capillari ectasici, ipossia tissutale, etc.

ELETTROPORAZIONE TRANSDERMICA

L’elettroporazione è un sistema non invasivo e indolore che permette di veicolare sostanze dermocosmeceutiche attraverso la cute sfruttando l’azione di particolari micro-correnti. Queste favoriscono l’apertura dei pori cutanei, in modo che gli attivi possano penetrare in profondità nella pelle. Aumentando la permeabilità della cute, l’assorbimento può arrivare anche fino a 2 centimetri di profondità.

Per i trattamenti corpo, si utilizza con specifici prodotti volti al trattamento della cellulite, delle adiposità localizzate, per la tonificazione dei tessuti sia a livello cutaneo sia muscolare.

L’elettroporazione transdermica è utile anche per i trattamenti antalgici e antiinfiammatori in ortopedia e reumatologia, per i disturbi linfatici e per le flebopatie.

 

Perché il nostro organismo sia in salute, l’alimentazione è molto importante. Non è solo un fattore estetico, ma anche di benessere. Molti disturbi del corpo sono conseguenza di una cattiva alimentazione. Un modo scorretto di nutrirsi può portare a conseguenze sia visibili (sovrappeso, eccesso di grasso, manifestazioni cutanee) sia invisibili, che però il nostro corpo manifesta per esempio in affaticamento, pesantezza o altri disturbi.

Non esiste una dieta perfetta, solo la dieta giusta, studiata secondo le esigenze, le caratteristiche e le aspettative della persona, che possa garantire un salutare percorso e il mantenimento dei risultati.

Per la mia filosofia e l’approccio al lavoro, è mio interesse prendermi cura in toto della salute e del benessere dei miei pazienti.

Una corretta alimentazione migliora lo status di una persona, l’aspetto fisico ed estetico, il suo porsi nei confronti del mondo.

Per chi volesse ottenere risultati ancor più soddisfacenti, consiglio sempre l’abbinamento della dieta con i trattamenti di medicina estetica.

ALIMENTAZIONE E SALUTE

Formulo cure dietologiche mirate al dimagrimento per correggere e evitare gli errori dell’alimentazione moderna.
Questi si possono riassumere in

  • eccesso calorico
  • ridotto apporto di fibre grezze
  • eccessivo consumo di proteine e grassi animali
  • eccesso di zuccheri e sale
  • presenza di additivi e contaminanti nei cibi
  • eccesso di alcolici

Lo studio nutrizionistico consiste in una visione d’insieme della persona e individua un percorso alimentare conforme allo stato di salute del soggetto con un eventuale supporto psicologico, ove necessario.

 

OMEOPATIA E OMOTOSSICOLOGIA

Intervenire con terapie e metodi naturali è una scelta che permette alla persona di raggiungere il proprio obiettivo senza compromessi. Un percorso più dolce e non invasivo, per raggiungere il pieno benessere. L’Omeopatia e l’Omotossicologia sono tipologie di cure che si prescrivono a persone sane che abbiano problemi funzionali oppure in caso di necessità di sostegno nei casi di patologia.

Il loro valore e la loro efficacia sono oramai comprovati.

Nella mia lunga esperienza ho potuto apprezzare non solo i risultati ottenuti, ma anche la soddisfazione dei pazienti curati con queste metodologie e, soprattutto, lo stato di benessere degli stessi.

Importante è l’aspetto di autocura a casa. La costanza è il primo alleato di un buon risultato, soprattutto nell’Omeopatia, dove la cura parte da una base completamente diversa rispetto alla classica somministrazione di medicinali. Nelle visite di controllo verranno poi valutati i progressi.

 

ELETTROAGOPUNTURA DI VOLL

L’Elettroagopuntura di Voll fa parte delle metodiche strumentali di diagnosi che si pongono a cavallo tra la medicina alternativa e quella classica.
È una tecnica di indagine assolutamente affidabile, sicura, rapida e indolore e serve per diagnosticare, ad esempio, eventuali intolleranze alimentari, intossicazioni da metalli pesanti, l’assorbimento di nutrienti, l’efficacia delle cure omeopatiche e delle diete alimentari.

Elaborata negli anni 50 dal Dottor Reinhold Voll a partire dallo studio della conducibilità della pelle e dalla scoperta che nei punti di agopuntura tradizionali vi è meno resistenza quindi miglior conduttanza.

Dopo anni di studi, oggi disponiamo di una mappa precisa di punti di massima conducibilità, tali per cui si trova una stretta correlazione tra determinati punti e gli organi del nostro corpo. In base ad una scala di conducibilità, viene misurata la capacità di un punto, per determinare così lo stato di salute di quel determinato organo.

L’esame è molto semplice e dura circa un’oretta. Per effettuare la valutazione di organi e tessuti, l’apparecchiatura funziona con due elettrodi. Uno viene tenuto in mano dal paziente. L’altro viene passato dal medico sui punti meridiani di mani e piedi corrispondenti a ciò che si vuole esaminare. L’esito è immediato ed è la combinazione dell’effettivo stato energetico-funzionale dell’organo e dell’interpretazione di questi dati da parte del medico.

VEGA TEST

Il Vega Test è una metodica d’indagine impiegata dalla medicina non convenzionale per diagnosticare diverse tipologie di squilibrio, sia a livello fisico, sia mentale, sia emozionale. È un test completo che misura il flusso energetico dei meridiani di agopuntura.
Conosciuto principalmente per il suo impiego nei test delle intolleranze alimentari e delle allergie ambientali, in realtà il Vega Test ha un più ampio raggio d’azione. Non solo è indicato per capire se vi siano carenze vitaminiche, di minerali e/o di oligolementi, ma la sua grande utilità sta nel poter fare un test energetico completo dell’organismo.
Questo perché va a “misurare” il flusso energetico nei punti chakra e nei meridiani.

Come si svolge il Vega Test?

Il test, non invasivo, si svolge con un’apposita apparecchiatura, chiamata appunto Vega Test. È dotata di due elettrodi, uno che viene tenuto in mano dal paziente, l’altro, a puntale, utilizzato dal medico. Di volta in volta e secondo ciò che si vuole rilevare, nell’apparecchiatura vengono inserite le fiale relative ad alimenti, o allergeni o quant’altro. Se il paziente ha problemi con quella determinata sostanza, la macchina rileva un calo di energia. È, inoltre, in grado di stabilire il grado d’intossinazione, permettendo così al medico di studiare il percorso detossinante più adatto per il paziente. La macchina è affidabile ed efficace. Viene impiegata sia per la diagnostica, sia per la prevenzione.

CURA CON FLEBOCLISI

La fleboclisi, nota anche come terapia endovenosa, prevede l’introduzione di determinate sostanze nel corpo per via venosa, appunto. Il paziente viene adagiato sul lettino e, tramite la flebo, riceve e integra nell’organismo ciò di cui necessita. La fleboclisi viene impiegata per vari scopi. Dalla medicina tradizionale, per reidratare, per ripristinare la massa sanguigna o favorire l’eliminazione di sostanze tossiche, fino alla medicina estetica, molto efficace poiché distribuisce in maniera veloce la sostanza utilizzata in tutto il corpo.

Le applicazioni in medicina estetica della fleboclisi utlizzano:

  • ipolipemizzanti
  • idratanti
  • sostegno alla dieta domiciliare
  • miglioramento delle funzioni regolatorie e depurative dell’organismo
  • inositolo
  • vitamine
  • omeopatici iniettabili
  • glutatione
  • anti-ossidanti

ALOPECIA

L’alopecia è un disturbo tricologico che si presenta come perdita di capelli a chiazze. I capelli, infatti, perdono in qualità e quantità ma non in modo uniforme. Il disturbo si manifesta partendo da alcuni punti, per poi peggiorare e arrivare alla calvizie, se non trattato. Gli uomini sono più soggetti delle donne, e le cause possono essere diverse: ereditarie, immunologiche, psicologiche.

Le metodologie che utilizzo per la cura dell’Alopecia sono la Carbossiterapia e l’elettroporazione transdermica.